Home Harry Potter Harry Potter and the Deathly Hallows

Harry Potter and the Deathly Hallows

7 min di lettura
2
0
82
Logo_Harry_Potter

Ormai è certo, la data di uscita del settimo libro del maghetto più famoso del mondo è stata fissata per il 21 Luglio 2007. Il titolo del libro inglese sarà “Harry Potter and the Deathly Hallows” e conterà 608 pagine per la versione inglese e 784 per quella Americana.
E in Italia?
Purtroppo in Italia è buio pesto, la Salani non ha comunicato nè la data di pubblicazione, nè la copertina, nè la traduzione in italiano del titolo. A dire il vero sembrerebbe che anche in Inghilterra stiano cercando di interpretare il significato del titolo del settimo ed ultimo libro ma che, purtroppo, ancora non ci siano riusciti.
In relazione al titolo su Wikipedia hanno scritto:
Sul significato e sulla sua traduzione in italiano è possibile fare solo ipotesi, anche perché deathly e hallows sono due parole di raro utilizzo:

Deathly in alcuni casi è utilizzato come sinonimo di deadly, ma di solito non ha il significato di “letale”, bensì sta ad indicare qualcosa di “mortale”, inteso come qualcosa soggetto alla morte, che può morire. Può, inoltre, stare ad indicare qualcosa che sembra morto o appartenente ad un morto, ad esempio le dita di Voldemort nell’Ordine della Fenice sono “deathly white”.

Hallows è un termine arcaico che può significare “santi” (come saint) o “reliquie di santi”. Nel ciclo arturiano, l’espressione Grail hallows indica le quattro reliquie conservate dal Re Pescatore, tra cui il sacro Graal, una lancia a volte identificata con la lancia di Longino, una spada (rotta o meno) ed un vassoio d’argento (a volte un tavolo o una pietra, una sedia di pietra o una scacchiera). Alcuni studiosi credono che questi oggetti derivano da cerimonie della tradizione celtica antecedente.
Il significato del titolo è oggetto di discussione anche in Paesi madrelingua inglese.

Dunque anche il significato del titolo è un altro mistero.

La cosa terribile per noi italiani è che non solo non sappiamo nulla sulla copertina, sulla data di uscita, sul titolo… la cosa terribile è che ci attendono dai quattro ai sei mesi di “RISCHIO FUGA NOTIZIE“!
Per chi come me ha amato visceralmente i sei libri precedenti, il solo pensiero che potrò sapere qualcosa prima di leggere il libro mi indurrà a prendere delle drastiche precauzioni tipo: isolamento, disdetta ADSL, rapimento giornalaio, TV spenta, blindata anzi meglio se distrutta e per sicurezza fuori il terrazzo.
Ma ci riusciremo per 6 lunghissimi mesi?

Ricordo quando, poco prima dell’uscita del sesto libro (a mio avviso il migliore), navigando in Internet mi ritrovai nel bel mezzo di un sito che aveva come titolo “Il funerale di Silente“…. Era uno di quesi siti che proliferavano nel periodo di “RISCHIO FUGA NOTIZIE” e che fornivano traduzioni a dir poco maccheroniche del libro. La prima sensazione fu di sgomento, poi di confusione mentale, per arrivare all’incredulità, finendo con la risata…mi son detto “ma dai…ti pare che muore Silente! Il più grande mago di tutti i tempi, l’unico che Voldemort teme, non può morire!“.
Detto fatto, Silente è morto nel sesto libro e mi sono rovinato la sorpresa per colpa di pseudo traduttori senza scrupoli che hanno come unico scopo l’incremento delle visite al proprio sito.
Ovviamente solo chi come me ha letto dal primo all’ultimo libro di HP, snobbando o comunque non amando i film, può capirmi e sottoscrivere in pieno ciò che sto dicendo.

Per cui vi prego, fantomatici traduttori, pseudo scrittori, nel periodo di “RISCHIO FUGA NOTIZIE” “state buoni se potete” e lasciateci l’ultimo sogno, l’ultimo libro, l’ultima emozione legata a delle parole, a delle idee, a un pensiero; lasciateci sognare per 600 o più pagine, lasciateci ridere, piangere, gioire ed urlare, lasciateci la speranza che ciò che sembra non sia, che ciò che potrebbe e dovrebbe accadere non accada, che l’ultima magia riesca ancora a coglierci di sorpresa, facendoci sobbalzare come una cioccorana e pensando … “Grazie J.K.R.!, la fantasia e la gioia di esser bimbi esiste ancora.”

Ti è piaciuto il mio articolo?

Ricevi tutte le novità dell'etrusco direttamente nella tua casella di posta

Non preoccuparti, non faccio spam!

è Solution Architect e Full Stack Developer specializzato nell’analisi, progettazione e realizzazione di sistemi complessi in ambito Transportation. Dal 2007 è anche blogger con il nickname "etrusco" che ha associato alla sua brand identity; cura personalmente i contenuti di molti altri blog, website e forum. Ha inoltre realizzato molte webapp e siti di ecommerce. La passione per internet, per i nuovi media e per la tecnologia in generale gli permettono di stare sempre al passo con i nuovi linguaggi e le più innovative metodologie di programmazione. Adora sua moglie, le sue due figlie, la fotografia analogica e questo blog.

Carica più articoli correlati
Carica più per Alessandro De Marchi
Carica più in Harry Potter

2 Commenti

  1. Robby

    12 giugno 2007 a 22:22

    Non vedo l’ora che esca l’ultimo libro di Harry Potter ma…come dici tu ho paura perche’ poi cosa aspettiamo? : - )

    Ciao

  2. billinax)

    1 agosto 2011 a 15:44

    non ci posso credere..hp è finitooo 🙁

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Caffeina Christmas Village: la magia del Natale nel centro storico di Viterbo

Se siete alla ricerca di un luogo incantato dove riscoprire la magia del Natale allora que…