Home ideas Lost Quarta serie, Jeremy Bentham e l’isola che non c’e’

Lost Quarta serie, Jeremy Bentham e l’isola che non c’e’

5 min di lettura
0
0
675

Lunedi 7 Luglio 2008 si è conclusa, anche su Fox Italia, la quarta stagione di Lost con l’ultima puntata, suddivisa in tre parti, dal titolo “Casa dolce casa” (There’s No Place Like Home).

ATTENZIONE SPOILER – NON LEGGERE SE NON HAI VISTO LA QUARTA SERIE

La puntata, sulla falsa riga delle ultime puntate delle tre precedenti stagioni, è ricca di colpi di scena e rivelazioni su quello che potrebbe realmente essere l’isola.

Le ultime scene, riassunte nel titolo del post, sono quelle che più stimolano la fantasia mia e sicuramente di tutti gli appassionati del serial televisivo.

Procediamo con ordine e cerchiamo di capire chi è Jeremy Bentham e perchè si trova nella bara, l’ormai famosa bara vista nell’ultima puntata della terze serie da Jack.

Jeremy Bentham è John Locke, purtroppo nonostante io abbia visto la puntata in lingua originale avevo già letto questo megaspoiler (come viene definito in rete) che mi ha rovinato e anche molto l’ultima scena.

Non volevo crederci, speravo non fosse vero che nella bara ci fosse John, invece…c’era proprio lui. A questo punto scattano istintivamente una serie di domande:

Perchè John è morto?
Perchè si trova sulla terra ferma?
Avrà nuovamente perso l’uso delle gambe prima di morire?
Cosa sarà accaduto sull’isola non appena lui ha preso il comando al posto di Ben?

E molte altre ancora che terranno impegnate le nostre menti bacate da qua all’inizio della quinta serie ^_^

C’è da ricordare che per la scena finale della quarta stagione erano stati girati altri due finali alternativi, che avrebbero dovuto proteggere la serie dal problema degli spoiler. Invano a dire la verità, perché anche quest’anno il megaspoiler non ha fallito.

Ecco i due finali alternativi (fonte lostpedia), la cui differenza con l’originale sta nella diversa identità di Jeremy Bentham, l’uomo dentro la bara.

Il secondo finale prevedeva Desmond nella bara anzichè John Locke, ma non ha funzionato, il magaspoiler si è diffuso in rete come la gramigna : - (

Ma passiamo al secondo colpo di scena del finale ossia “all’isola che non c’è“; così amo definire lo spostamento dell’isola da parte di Ben.

Si perchè proprio alla fine si concretizza ciò che Jacob aveva detto a John per “salvare” l’isola dagli attacchi esterni e cioè che “l’isola va spostata”.

Questo fa Ben nel finale, sposta l’isola lasciando sconcertati non solo gli Oceanic six ossia i sei superstiti che tornano sulla terraferma, ma anche tutti noi che eravamo “paralizzati” davanti lo schermo : - )

Puffff….e l’isola non c’è più! Anche questo apre la strada a numerosissime domande:

Come è possibile “spostare” un’isola?
Lo spostamento avviene grazie alle particolari onde elettromagnetiche che l’isola sprigiona?
Lo spostamento è reale o è solo uno spostamento dello spazio-tempo dell’isola?
Cosa sarà accaduto ai ragazzi sul gommone?
Jin è veramente morto o si è salvato?

Insomma, questo finale incandescente ha fornito numerose spiegazioni ma ha aperto numerose altre strade alternative, domande, quesiti, ipotesi in perfetto stile Lost.

Concludo con la frase più bella della puntata:

SCACCO MATTO MR.EKO!

Ti è piaciuto il mio articolo?

Ricevi tutte le novità dell'etrusco direttamente nella tua casella di posta

Non preoccuparti, non faccio spam!

è Solution Architect e Full Stack Developer specializzato nell’analisi, progettazione e realizzazione di sistemi complessi in ambito Transportation. Dal 2007 è anche blogger con il nickname "etrusco" che ha associato alla sua brand identity; cura personalmente i contenuti di molti altri blog, website e forum. Ha inoltre realizzato molte webapp e siti di ecommerce. La passione per internet, per i nuovi media e per la tecnologia in generale gli permettono di stare sempre al passo con i nuovi linguaggi e le più innovative metodologie di programmazione. Adora sua moglie, le sue due figlie, la fotografia analogica e questo blog.

Carica più articoli correlati
Carica più per Alessandro De Marchi
Carica più in ideas

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

idee regalo da donna: le migliori occasioni per un natale senza pensieri

Idee regalo da donna: le migliori occasioni per un natale senza pensieri Il Natale si sta …