Home ideas I migliori (ed i peggiori) paesi al mondo per mamme e bambini

I migliori (ed i peggiori) paesi al mondo per mamme e bambini

4 min di lettura
0
0
65
madri e figli

Proprio in questi giorni è uscito il 15° rapporto sullo stato delle madri nel mondo, pubblicato da save the children.

Il rapporto stila una classifica dei Paesi dove lo stato di salute della madre, il livello di istruzione, le condizioni economiche, politiche e sociali garantiscono il benessere alle mamme e ai loro figli.

Sono infatti Finlandia, Norvegia e Svezia che si aggiudicano il podio seguiti da Islanda, Paesi Bassi, Danimarca, Spagna, Germania, Australia e Belgio (questi ultimi due a pari merito). Al contrario sono tutti dell’Africa sub-sahariana, quelli che si collocano in fondo alla classifica, con i coda la Somalia, preceduta dalla Repubblica Democratica del Congo (RDC) e, a pari merito, da Niger e Mali, che ottengono punteggi molto scarsi.

Questa la classifica

2014 mother's index ranking

Quest’anno l’Italia fa un passo in avanti, portandosi dal 17° all’11° posto, cambiamento dovuto sostanzialmente all’aumento della presenza delle donne al governo (passato dal 20,6% della scorsa edizione al 30,6% del’ultima).

I confronti tra i paesi ricchi e i paesi in via di sviluppo sono ancor più stridenti se si esaminano i singoli indicatori. Se in Svezia (3° posto) una donna su 14.100 rischia di perdere la vita per cause legate alla gravidanza o al parto, in Chad (170° posto) accade ad una su 15. Un bambino su 5 in Sierra Leone (172°posto) rischia di morire prima di aver compiuto 5 anni, mentre in Islanda corre questo rischio solo uno su 435 (4° posto).

Per celebrare in modo speciale la Festa della Mamma 2014, Save the Children lancia un appello perché essa diventi un’occasione speciale per sostenere gli interventi a favore di mamme e bambini nei paesi che stanno vivendo un’emergenza.

Per farlo basta donare alcuni dei regali della Lista dei Desideri legati agli interventi che l’Organizzazione porta avanti nelle situazioni di emergenza, come ad esempio una visita post-parto (9€), e 3 set parto (21€). La mamma a cui è indirizzato il regalo potrà ricevere una simpatica cartolina cartacea o elettronica con un messaggio personalizzato, o un video-messaggio di auguri che il mittente registrerà dal proprio computer.

Per contribuire ai progetti di Save the Children in favore della salute materno-infantile anche nelle situazioni di emergenza con la Lista dei Desideri: http://www.savethechildren.it/regali

Il testo integrale del rapporto è disponibile alla pagina: http://www.savethechildren.it/informati/pubblicazioni

Carica più articoli correlati
Carica più per Alessandro De Marchi
Carica più in ideas

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Caffeina Christmas Village: la magia del Natale nel centro storico di Viterbo

Se siete alla ricerca di un luogo incantato dove riscoprire la magia del Natale allora que…