Home ideas dallo startac all’iPhone 4

dallo startac all’iPhone 4

10 min di lettura
8
0
314

Ricordo ancora quando mi regalarono il primo cellulare, correva l’anno 1996 e mi apprestavo a fare il militare, proprio per questo mio padre mi regalò un cellulare.

Avevo 22 anni!

Questo primo cellullare era uno “splendido” startac della motorola, chissà quanti di voi se lo ricordano.

Aveva uno sportelletto sopra che faceva un tipico “tac” nel momento in cui lo si alzava per rispondere, da qui il nome startac. Poi una antenna anch’essa allungabile che a mio avviso non serviva granchè!

Pregi: Il mio primo cellullare, per cui immaginate la gioia nel possederlo.

Difetti: Beh, ne aveva di difetti…. soprattutto se ci rifacciamo ai cellulari di oggi, però per l’epoca era veramente una bomba.

Diciamo che telefonare con la scheda TIM Rossa nelle ore diurne era un pò come prendere il proprio portafogli e buttarlo per strada, tanto cara era la tariffa. Per cui si poteva telefonare SOLO la sera o nel week end e per qualche minuto, perchè poi la batteria immancabilmente ti abbandonava.

Dimenticavo…all’epoca NIENTE SMS….si avete capito bene, nel 1996 neanche si sapeva cosa fossero gli sms.

Quando la batteria cessò definitivamente di supportarmi, passai ad un Nokia e fu subito amore a prima vista.

Il primo modello di Nokia che mi accompagnò per qualche annetto fu il mitico 3310, non ve lo ricordate?

3310

Il 3310, a mio modesto avviso, è stato veramente una pietra miliare nella tecnologia dei cellulari.

Non aveva moltissime funzionalità, però FUNZIONAVA SEMPRE. Credo che mi sarà caduto centinaia di volte, si apriva in mille parti, ma poi come per magia lo si ri-assemblava e riprendeva a funzionare.

C’’era poi una caratteristica inconfondibile di questo cellullare, che lo ha reso famoso….chi se la ricorda? Se vi dico Snake? Il serpentone che si allungava sempre di più?

Credo che l’unico cellullare con il quale ho veramente giocato sia stato proprio questo e sempre con quel maledetto serpente che si allungava sempre di più.

Facevamo a gara con i miei amici con chi faceva il record…ed era sempre battaglia. Quando nell’anno dello scudetto della Roma (MAGICA) mi ruppi il piede, ci fu snake a farmi passare quei 10 lunghissimi giorni in ospedale…Grazie Nokia, grazie serpente malefico Sorriso

Il 3310, a differenza dello startac non mi abbandonò mai, fui io ad abbandonare lui per un nuovo modello sempre della Nokia.

8310

Il successivo modello era l’8310, un cellullare che non mi ha mai entusiasmato granchè… troppo piccolo, e poi troppo spesso si bloccava…. di certo non riuscì mai a tener testa al mitico 3310.

Dimenticavo, intanto gli sms erano diventati una realtà… anche se inizialmente i cellulari venivano venduti senza la configurazione per gli sms. Questa configurazione dovevi fartela da solo, usando le celle o broadcast adatte a tale scopo. Una follia pazzesca….non so quante giornate ho perso per cercare di configurare sto cavolo di broadcast…. grrrrr

Poi pian piano i cellulari uscirono già pre-configurati per l’accesso all’uso degli sms…ed io abbandonai l’anonimo 8310 per un nuovo modello , sempre della Nokia.

6230i

Passai cosi ad un’altro cellulare fantastico, il 6230i.

Ancora oggi lo uso come cellulare nel quale ho su la scheda telefonica dell’ufficio, e non ci penso minimamente a sostituirlo.

Scrivere un messaggio con il 6230i è un piacere, velocissimo ed intuitivo. Fu poi il primo cellullare ad avere un display a colori, un fotocamera integrata, la possibilità di ascoltare gli mp3 e la radio, insomma una bomba di cellulare, anche questo indistruttibile. Oltre ad usarlo per lavoro, ne ho un altro nel cassetto che credo prima o poi rispolvererò Sorriso

Il cellulare nel cassetto lo sostituii con un altro modello, sempre della Nokia, l’N73.

N73

Non passai per un modello che gran parte della mia generazione ha amato ossia l’N70…a detta di tutti una vera svolta da un punto di vista grafico…io però avevo il mio 6230i e non ci pensavo proprio a cambiarlo con l’N70. Ad un certo punto però mi decisi e passai ad un modello più evoluto, appunto l’N73. Feci questo principalmente per la sua fotocamera. E’ ancora qua accanto a me ed ha fatto egregiamente il suo dovere, però non è rimasto nel mio cuore come altri modelli. Aveva ed ha un grosso difetto…. i tasti troppo piccoli per cui scrivere sms non è proprio il massimo.

Tutto questo fino a sabato scorso… quando ho deciso di cambiare radicalmente sia marca di cellulare che gestore… per passare all’iPhone4.

iphone4

Avere tra le mani un iPhone4 e provare a fare un paragone con i cellulari che ho posseduto in passato è ingiusto… l’iPhone4 non è un cellulare, è più un fantastico dispositivo multimediale che, tra le tante cose, telefona pure Sorriso

Avere l’iPhone e rileggere questo post, mi fa pensare a quella splendida pubblicità della play station, in cui c’era quel vecchio giochino con due barre a destra e sinistra ed una palletta che dovevi prendere con la tua barretta ruotando una manopola (l’ho anche avuto da piccolo)…poi ad un certo punto arrivava la play e li sbaragliava…alla fine compariva il messaggio “non c’è più rispetto per gli anziani” o una cosa simile, ora non ricordo…

L’unico difetto dell’iPhone è che costa TROPPO, fortuna che è possibile prenderlo in abbonamento pagando una piccola cifra, che comprende sia il traffico telefonico, che gli sms, che internet.

Con 29 eurini al mese passa la paura….senza questa promozione credo che non sarebbe mai passato per le mie mani Sorriso

Ti è piaciuto il mio articolo?

Ricevi tutte le novità dell'etrusco direttamente nella tua casella di posta

Non preoccuparti, non faccio spam!

è Solution Architect e Full Stack Developer specializzato nell’analisi, progettazione e realizzazione di sistemi complessi in ambito Transportation. Dal 2007 è anche blogger con il nickname "etrusco" che ha associato alla sua brand identity; cura personalmente i contenuti di molti altri blog, website e forum. Ha inoltre realizzato molte webapp e siti di ecommerce. La passione per internet, per i nuovi media e per la tecnologia in generale gli permettono di stare sempre al passo con i nuovi linguaggi e le più innovative metodologie di programmazione. Adora sua moglie, le sue due figlie, la fotografia analogica e questo blog.

Carica più articoli correlati
Carica più per Alessandro De Marchi
Carica più in ideas

8 Commenti

  1. acor3

    18 marzo 2011 a 08:42

    peccato che ormai hai già fatto… io ti avrei consigliato qualsiasi device con android.

  2. Etrusco

    18 marzo 2011 a 10:04

    Sono stato molto indeciso, alla fino ho optato per iPhone perché mai moglie in uff usa mac e quindi ha preferito iPhone …. Certo e’ che non e’ molto open

  3. adolfo.trinca

    18 marzo 2011 a 10:28

    Io mi sono preso un Galaxy S a quattro e cinquanta. Non è regalato ma non sono gli oltre seicento e cinquanta di iphone.
    La cosa che mi ha convinto, oltre la radiolina, è la possibilità di usare il Galaxy come router wifi per la connessione ad internet, il costo decisamente minore e le caratteristiche hardware uguali se non superiori all’iphone.
    Android 2.2, anche se ancora è da migliorare, offre una buonissima user experience con pochissimi inpuntamenti (dopo aver installato una marea di applicativini extra può capitare) che vengono attenuati da un’ottima gestione delle applicazioni che si bloccano.
    Per il resto hai fatto un’ottima scelta, ti divertirai con il tuo Iphone (io con l’Ipod che presi a Singapore a gennaio 2008 mi ci sono divertito molto).

  4. Etrusco

    18 marzo 2011 a 15:40

    Io pago 29 euro al mese abbonamento incluso, sia telefono che internet. 600 euro spicce non le avrei mai tirate fuori….;-) mi ci faccio un obiettivo con quella cifra ….

  5. adolfo.trinca

    18 marzo 2011 a 15:46

    mi piace

  6. Andrea

    21 dicembre 2011 a 11:17

    Emh…. un po di appunti…
    – lo starTAC non si chiama “tac” perchè fa “tac”, ma perchè è l’acronimo inglese di “Total area coverage”, ereditato dal MicroTAC (che aveva anche lui il flip che fa tac) e dal suo predecessore DynaTAC (che non aveva nulla che faceva TAC)
    – nel 1996 gli sms esistevano eccome! Bastava usare un telefono GSM e non ETACS….. che poi anche con gli etacs si potevano mandare (dettandoli ad un operatore!!!!!)
    – snake sui nokia se non ricordo male fu introdotto con i 5110, ben prima del 3310…

    dai comunque un occhio qua
    http://www.borto.net/retrocellulari.htm
    se ti piacciono i vecchi telefoni, c’è anche la rcensione completa dello startac!

  7. etrusco

    21 dicembre 2011 a 12:13

    Accipicchia .. sei un guru della telefonia cellulare!
    Il mio era un post “romantico”, non voleva essere assolutamente tecnico, per cui concedimi qualche inesattezza 🙂

    Comunque grazie per le precisazioni.

    Etrusco

  8. […] ormai dal 2011 che sono felice possessore di un iPhone 4, tuttavia da quando è uscito ios 8 e (soprattutto) […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

L’ inbound marketing spiegato a mio zio (imprenditore)

L’ Inbound marketing spiegato a mio zio (imprenditore) Se sei un imprenditore e le m…