stampa questo articolo
Dopo molte smentite, rinvii e ripensamenti anche Nikon esce sul mercato con un sensore digitale a formato pieno 36×24 mm, per la precisione il formato è 36×23,9 mm, per un massimo di 12,1 megapixel effettivi.
Il nuovo sensore per ora è montato solo sulla nuovissima reflex professionale D3, uscita ad agosto e dal prezzo ancora proibitivo (intorno ai 4.000 euro il solo corpo) ovviamente per chi nella fotografia vede un Hobby, non per chi ne fa una professione; il nuovo sensore, tuttavia, apre nuove strade per il futuro delle reflex marcate nikon in relazione al formato pieno.

Le novità legate alla nuova D3 non riguardano solo il formato del sensore ma anche il tipo, si passa infatti dall’ormai collaudatissimo sensore CCD in formato DX al sensore tipo CMOS in formato FX .
L’FX è il un nuovo formato Nikon che molto probabilmente andrà nel tempo a sostituire lo standard DX (24×16 mm), una sorta di mix tra il formato F analogico e il DX digitale.
La D3 mantiene comunque piena compatibilità con tutti gli altri standard, DX compreso, per cui il professionista potrà indifferentemente utilizzare ottiche analogiche, digitali DX o le nuovissime ottiche Nikkor FX (al momento ne sono state presentate cinque).

Altre importanti caratteristiche sono l’elevata velocità di scatto, si arriva ai 9 fotogrammi al secondo in formato FX, velocità che scende agli 11 fps se si utilizza il formato DX.
Dotata di un nuovissimo sistema autofocus a 51 punti con 15 sensori a croce , ISO da 200 a 6.400 (può arrivare fino a ISO 25.600), elaborazione delle immagini incorporata con Nikon EXPEED, Live view ovvero possibilità di visionare la foto sul dorso della macchina prima dello scatto, trasmettitore Wireless WT-4, doppio allogiamento card per l’inserimento di due schede CF, monitor LCD VGA da 3 pollici ad alta definizione (920.000 punti) e molto molto altro ancora.

Che dire, una macchina che al momento si pone nell’olimpo delle grandi reflex digitali e che come al solito farà “storia”… rimane solo il dubbio legato alle scelte fatte da Nikon su sensore pieno CMOS (sembra una scelta “di mercato” tendente al principale concorrente Canon che ha scelto il CMOS pieno ormai da tempo) e su Live View (anche questa sembra una scelta “di mercato” poco like reflex).

Per vedere come il mercato stesso reagirà a queste scelte fatte da Nikon non possiamo far altro che aspettare e vedere il nuovissimo sensore CMOS all’opera, magari su reflex più commerciali ed a basso costo.

Per saperne di più su Nikon D3 FX.


Potrebbe interessarti anche ...

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here